Le Erbacce che resistono alla Bayer

Storia di resistenza e creatività editoriale della rivista Aspirina, nata a Milano nel 1987 e contestata 30 anni dopo la nascita dal colosso farmaceutico.

di Redazione

Cambia la Terra | 9 maggio 2019

 

Cosa c’entra la  satira con le erbacce? Erbacce è il nome di un blog satirico che ha resistito al trattamento con erbicidi  del colosso Bayer-Monsanto. Tutto inizia a Milano nel 1987 – raccontano le giornaliste PatCarra e Margherita Giacobino – anno in cui fu fondata Aspirina, testata così chiamata dalla scrittrice  Bibi Tomasi che con la famosa pillola teneva a bada  la sua cervicale.

 

E dopo 30 anni dalla nascita della rivista…

Poi all’improvviso nel novembre 2017, a 30 anni dalla nascita della rivista e 20 dalla registrazione di marchio per l’editoria, la Bayer – colosso farmaceuticomondiale  che detiene il marchio dell’aspirina –  si è fatta viva con gli avvocati e  ha contestato alla testata satirica il diritto di utilizzare quel nome – aspirina, appunto –  di loro esclusiva proprietà, affermando che ciò poteva confondere. “Ci hanno accusato di creare confusione nella loro clientela: come se – raccontano le giornaliste di Erbacce – la gente con un po’ di febbre non fosse in grado di capire la differenza tra un farmaco e una rivista, una farmacia e una libreria.”

 

Una risposta creativa

Purtroppo, passato lo sbalordimento e la rabbia iniziale, la redazione ha dovuto prendere atto della sproporzione di forze – economiche soprattutto – esistente tra Aspirina e la Bayer, cosa che avrebbe condotto a una battaglia legale che si sarebbe trascinata per anni: “Piuttosto che combattere nei tribunali per anni abbiamo scelto di uscirne in modo creativo. Abbiamo detto basta alle trattative tempestate di clausole vessatorie e improponibili penali e ci siamo concentrate sul salvataggio e il rilancio del nostro lavoro. Nel febbraio 2019 abbiamo ceduto la registrazione della testata e il nome a dominio, senza accettare il ridicolo risarcimento economico proposto da Bayer e le catene a cui ci avrebbe vincolate”.
Continua a leggere…

 

Le pagine di Erbacce contrassegnate da copyright sono protette e non riproducibili in nessun modo. Tutte le altre immagini e i testi di Erbacce sono rilasciati con licenza
Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License
Licenza Creative Commons