Sloggiate #1

Una città accogliente

di Liv
Illustrazione di Federico Zenoni
per BUM Brigata Umorismo Milano

Và che bella Milano, la mia città: dinamica, scintillante, creativa, la città che non dorme mai, capitale della moda e del design, locomotiva d’Italia, d’Europa, del mondo!

Come dice signora? Non ha i soldi per pagare l’affitto? Ma lei vive nel centro storico! Ma abbia pazienza, signora mia, non capisce che questo è un quartiere esclusivo ormai, d’elite, bisogna che lo si lasci alle persone di un certo livello. Guardi che lo dico per il suo bene, non vorrà mica poi scendere di casa e trovarsi circondata da influencer, Ferrari e boutique di lusso, non si sentirebbe a disagio? Poi sarebbe costretta a cambiare tutto il guardaroba per adattarsi, e altro che affitto! Signora, per il bene di tutti, si faccia da parte, ho capito che ha tanti ricordi, che qua è nato suo padre, è cresciuta sua sorella che è mancata giovane, ha cresciuto i suoi figli e la casa fu una delle poche sopravvissute alla bombe del ‘43, ma insomma, i tempi cambiano, non si può restare aggrappati al passato!
Da brava, si vada a cercare una bella casetta in campagna, dove con 300 euro si prende una bella villetta con giardino! Poi alla sua età, ma vuole mettere la campagna? Un bel borgo sul fiume, col trenino diretto per venire in città, s’immagina la bellezza? Gli uccellini la mattina, il suo cagnolino ne sarà entusiasta, altro che area cani!
E poi bisogna essere ospitali, signora, non è contenta che casa sua diventi un bed and breakfast che accoglierà centinaia, migliaia di persone da tutto il mondo, che si affacceranno da queste belle finestre e si godranno la vista per la prima volta, che lei son sicuro ormai conosce ogni dettaglio a memoria e non si stupisce più, e invece lo stupore è il sale della vita! Ci vuole il coraggio di cambiare! Uno dopo l’altro verranno tanti, tanti turisti così l’economia gira e ci sarà più lavoro per tutti! Vede che in un colpo solo fa del bene a se stessa e a tutta la società?
Signora, basta! Se non vuole la campagna, la mandiamo in Rsa, che il senno lo ha perso, lo vedo da come le fiammeggiano quegli occhi maligni!
Questi vecchi pieni di pretese, prende pure la pensione minima senza aver mai versato un contributo, ingrata!

Le pagine di Erbacce contrassegnate da copyright sono protette e non riproducibili in nessun modo. Tutte le altre immagini e i testi di Erbacce sono rilasciati con licenza
Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License
Licenza Creative Commons